Paraurti auto, design e sicurezza.

Quando si parla di automobili la sicurezza viene ovviamente sempre al primo posto!
Uno degli elementi di maggior importanza in tal senso è senza dubbio il paraurti, che deve essere in grado di garantire protezione in caso di urti più o meno violenti, che essi siano accidentali o meno.

I materiali utilizzati per la costruzione di questi importanti pezzi dell'autoveicolo devono necessariamente essere di prima qualità, sia che si tratti di prodotti realizzati dai grandi brand o gli altrettanto affidabili prodotti compatibili, in quanto devono essere in grado di salvaguardare l'incolumità dei passeggeri assieme ad altri elementi di sicurezza, come ad esempio airbag e cinture.

Sono tanti infatti i test che un buon paraurti auto deve superare per essere dichiarato adatto a svolgere il proprio compito, ossia assorbire le energie derivanti dagli urti in caso di incidente.
I paraurti auto sono l'elemento protettivo più importante sia per la parte anteriore che posteriore del veicolo e possiedono una storia che ha avuto essenzialmente inizio nel 1976, quando per la prima volta la SIMCA ebbe l'idea di adottare tale porzione strutturale sulle proprie autovetture.

Durante il corso degli anni i paraurti auto hanno subito notevoli modificazioni, acquisendo dettagli e sfumature spesso caratterizzanti un brand o un particolare modello di autoveicolo. Aspetto importante quando si parla di paraurti è senza dubbio l'aerodinamicità della macchina e in questo caso è di fondamentale importanza dotare l'elemento di porzioni forate, in grado di ridurre la resistenza del veicolo al flusso d'aria opposto.

Inizialmente realizzati in colorazione nera, i paraurti auto si sono evoluti, "mimetizzandosi", assumendo perciò, in quasi tutti i casi, il colore dell'intera struttura dell'auto e questo è andato di pari passo con l'addolcimento delle linee dei vari modelli.
Tutto ciò si accompagna a quella che è l'idea di design che si è impossessata in maniera crescente delle auto, andando oltre il concetto di semplice mezzo di trasporto.

Seguendo tale linea di pensiero anche la progettazione dei moderni paraurti ha dovuto rivedere alcuni aspetti e re-inventarsi sia nella forma che nella sostanza, modificando linee e materiali. 
Di fondamentale importanza infatti è l'evoluzione che ha interessato i materiali di costruzione, passando dalla classica plastica nera ai più moderni materiali, resistenti e allo stesso tempo malleabili, come la termoplastica e la vetroresina, che danno assoluta garanzia di durata e un'affidabilità totale in caso di urti. 

Senza dubbio è opportuno far eseguire periodici controlli e indagare sulle condizioni dei paraurti della propria macchina, sia per la propria incolumità che per quella altrui, andando a sondare l'eventuale presenza di crepe o deformazioni, che possano in un certo qual senso intaccarne la funzionalità primaria, ossia quella di proteggere i passeggeri attutendo gli urti.

In caso di difetti lievi, come graffi o piccole scheggiature, è possibile far eseguire dei lavori di manutenzione che possano riportare il paraurti agli antichi splendori, ma se il danno dovesse pregiudicarne l'efficienza, come fratture importanti e menomazione degli agganci, è senza dubbio consigliata la sostituzione dell'intero pezzo.